Libia, attacco a consolato Usa a Bengasi: ucciso un funzionario

Tripoli (Libia), 12 set. (LaPresse/AP) - Un impiegato del consolato americano a Bengasi è stato ucciso e un altro è rimasto ferito durante l'attacco condotto ieri da uomini armati. Lo riferisce un funzionario del ministero dell'Interno a Bengasi, Wanis al-Sharef. Le proteste contro la sede diplomatica degli Stati Uniti nella città nell'est della Libia sono scoppiate a causa di un film prodotto in California e promosso da alcuni egiziani cristiani anti-islam, nel quale si ritiene che venga attaccato il profeta Maometto. Testimoni riferiscono che gli uomini armati hanno dato fuoco al consolato e hanno esploso spari in aria, bruciando gran parte dell'edificio.

Anche al Cairo, in Egitto, ieri sera centinaia di manifestanti hanno protestato contro la diffusione del film ritenuto offensivo. I manifestanti sono saliti sulle mura dell'ambasciata Usa, poi sono entrati nel cortile dell'edificio e hanno tirato giù la bandiera a stelle e strisce, sostituendola con una nera che conteneva proteste contro il film.

Ricerca

Le notizie del giorno