Libia, Bernini: Di Maio ammetta il suo fallimento

Pol/Vep

Roma, 7 gen. (askanews) - "Mentre infuria la guerra e le forze di Tripoli hanno ripreso Sirte, il ministro Di Maio vagheggia di un incontro tra la missione Ue, Al Serraj e Haftar. Ma la missione per ora è solo un annuncio sepolto dalle bombe, e Al Serraj non ha alcuna intenzione di incontrare Haftar. Il governo italiano purtroppo ha perso ogni credibilità, mettendo a rischio i nostri militari a Misurata e i nostri interessi strategici. Cosa mai significa sostenere che l'unica soluzione è politica dopo aver abbandonato al suo destino il governo legittimo? La politica estera italiana è ormai ridotta a una serie di annunci a vuoto, ed è risibile il tentativo di addossare le responsabilità di questo fallimento politico e diplomatico alla politica migratoria dell'ex ministro Salvini, che è stata condivisa da tutto il precedente governo, di cui Di Maio era vicepremier". Lo dichiara in una nota Anna Maria Bernini, presidente dei senatori di Forza Italia