Libia, Borrell: tregua subito e cessare interferenze esterne

Loc

Bruxelles, 7 gen. (askanews) - L'Alto Rappresentante per la Politica estera dell'Ue, Josep Borrell, ha ospitato oggi a Bruxelles un incontro sulla situazione in Libia con i ministri degli Esteri di Francia, Germania, Italia e Regno Unito (nella formazione del "processo di Berlino"), che ha prodotto una dichiarazione comune in cui si fa appello alle parti per un immediato cessate il fuoco e per una cessazione delle crescenti "interferenze esterne" nella crisi. Durante una breve conferenza stampa alla fine dell'incontro, lo stesso Borrell ha puntualizzato che la menzione delle interferenze esterne è riferita in particolare alla Turchia, che intende inviare truppe in Libia.

Borrell ha anche ricordato che "è sempre sul tavolo" il progetto di "restituire elementi operativi" alla missione navale Ue Sophia, che ha, tra l'altro, il compito di controllare l'embargo sulle armi destinate alle fazioni in lotta in Libia. La missione, congelata a causa di una decisione del precedente governo italiano, non è mai stata riattivata in tutta la sua operatività. (Segue)