Libia, Buccino: Haftar vuole vincere con le armi, accordo lontano -2-

Coa

Roma, 30 lug. (askanews) - Secondo l'ambasciatore, in questo momento in Libia si sta attraversando "una fase delicatissima". "Il nostro ruolo è centrale. Siamo l'unica ambasciata occidentale aperta nel Paese, rappresentiamo un messaggio di stabilità per tutti", sottolinea, mentre la guerra sul campo è in una situazione di "stallo". Quando Haftar ha lanciato l'offensiva militare, "è sembrato potesse vincere velocemente". Però poi "il caleidoscopio di forze tra Tripoli, Misurata, Zintan eccetera ha sospeso le rivalità interne per coalizzarsi in un fronte comune. E oggi l'acuirsi dei combattimenti non cambia lo stallo sul terreno", ricorda Buccino, che esclude una soluzione militare della crisi "a meno di stravolgimenti indicibili". (Segue)