Libia, Cremlino: nostra ingerenza militare "una bufala"

Orm

Roma, 27 nov. (askanews) - Il Cremlino ha definito "bufale" le dichiarazioni americane sul ruolo destabilizzante della Russia in Libia, accusata di "ingerenza militare".

"Naturalmente sono bufale, in questo caso noi le definiamo così e come tali le gestiamo", ha detto alla stampa a Mosca Dmitri Peskov, portavoce del presidente Vladimir Putin. Peskov ha commentato in particolare le affermazioni di David Shanker, assistente del Segretario di Stato Usa per gli affari mediorientali. (Segue)

Il nostro obiettivo è quello di creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano interagire tra loro sulla base di interessi e passioni comuni. Per migliorare l’esperienza della nostra community abbiamo sospeso temporaneamente i commenti agli articoli.