Libia, deputato vicino ad Haftar: Italia rispetti nostra... -4-

Sim

Roma, 21 nov. (askanews) - Nella nota diffusa ieri, la Difesa italiana ha precisato che il drone "seguiva un piano di volo preventivamente comunicato alle autorità libiche".

Oggi Saidi ha tenuto a precisare che "il 95% dello spazio aereo libico è sotto il controllo dell'Aeronautica libica e l'Italia dovrebbe sapere che l'Aeronautica libica è in grado di proteggere il proprio spazio aereo e il proprio popolo", così come "le difese aeree sono in grado di evitare qualsiasi violazione dello spazio aereo libico".