Libia, Di Maio: non esiste soluzione che possa prevedere uso forza

Fco

Roma, 23 set. (askanews) - Non è contemplata dall'Italia "una soluzione al problema della Libia che possa prevedere l'uso della forza". Lo ha chiarito il ministro degli Esteri, Luigi Di Maio.

"Non esiste una soluzione al problema della Libia che possa prevedere l'uso della forza", ha indicato da New York, dove è in corso la conferenza delle Nazioni Unite sul clima, il titolare della Farnesina, "L'ho detto più volte e lo continuo a dire: l'Italia considera come unica soluzione al problema dell'instabilità libica e dei conflitti in Libia la soluzione politica-diplomatica. Abbiamo un percorso e gli incontri di questi giorni saranno molto importanti...".

"Io credo", aveva detto in precedenza Di Maio, "che siamo tutti coscienti di quale sia la situazione critica in Libia. Ma l'Italia non rinuncia da una parte a riconoscere il governo legittimo di al Serraj come il governo appoggiato dalle Nazioni Unite, ma allo stesso tempo noi riconosciamo come interlocutore la Cirenaica e crediamo che, con tutto il territorio libico e tutte le autorità sul territorio riconosciute, soprattutto dalla popolazione, si debbia avviare e continuare un dialogo per raggiungere una soluzione politica".