Libia, Di Stefano: Italia può essere ponte tra attori coinvolti -2-

Red/Coa

Roma, 17 dic. (askanews) - "Noi possiamo essere il ponte tra gli attori coinvolti in questo processo e, certamente, l'interlocutore più credibile tra quelli europei, ma lo sforzo concreto deve essere fatto a Tripoli e Bengasi, anche nei loro rapporti con Mosca, Il Cairo e Parigi.

Ognuno faccia la sua parte e tra qualche anno potremo parlare di una nuova Libia, rinata dalle ceneri di un mostro chiamato "interessi nazionali", commenta ancora il sottosegretario. "Forza Luigi, avanti così", conclude Di Stefano.