Libia, ex premier Jibril: Italia può far sedere tuti a un tavolo

Orm

Roma, 11 ott. (askanews) - L'unica soluzione possibile per risolvere la crisi libica è far sedere a uno stesso tavolo tutti gli attori che hanno autorità, non solo politica, ma anche economica e militare. È una missione quasi impossibile, ma l'Italia ha "il diritto e le facoltà per far dialogare fra loro anche gli attori regionali coinvolti". Questa la formula proposta da Mahmud Jibril, primo ministro ad interim del Consiglio nazionale di transizione libico da marzo a ottobre del 2011, nelle fasi iniziali del conflitto civile che portò alla caduta del regime di Gheddafi.

In una intervista a Formiche.net a margine della conferenza "Arab Geopolitics after the Caliphate. How to exit the fragmentation trap", l'attuale presidente della Libyan National Forces Alliance (Nfa), lanciata nel 2012 per raccogliere i movimenti politici di estrazione moderata e liberale, spiega la sua visione per uscire dal caos libico e come l'Italia può, anzi deve, partecipare. (segue)