Libia, figlio comandante ferito: "Momenti grande paura e preoccupazione, ringrazio governo"

·1 minuto per la lettura

"Sono stati momenti di grande paura e di preoccupazione. Per fortuna è finita bene. Voglio ringraziare il Governo e la Marina militare italiana". Lo ha detto all'Adnkronos Alessandro Giacalone, il figlio di Giuseppe Giacalone, comandante e armatore del peschereccio Aliseo, rimasto lievemente ferito dopo alcuni colpi sparati dalla Guardia costiera libica. "Non ho ancora sentito mio padre - dice Giacalone - Ma siamo stati davvero molto preoccupati. L'importante è che sia finita bene".

Padre e figlio si sono sentiti oggi a mezzogiorno. "Non si aspettava questo attacco - dice - Quelle sono acque internazionali e per fortuna c'era in vicinanza la nave della Marina".

"Non è possibile uscire per andare a lavorare e rischiare la vita - dice - Non te lo aspetti. Ringraziamo ancora il Governo e e la Marina".