Libia, Gelmini (Fi): Conte convochi tavolo su politica estera

Luc

Roma, 7 gen. (askanews) - "Le tensioni tra Iran e Stati Uniti, dopo l'uccisione del generale Soleimani, non accennano ad attenuarsi. La Libia è una polveriera pronta ad esplodere da un momento all'altro. In questo scenario l'Italia mantiene posizioni neutre - con qualche devianza ambigua e pericolosa da parte del Movimento 5 Stelle - che ci collocano ai margini del dibattito internazionale in un momento decisivo per i futuri equilibri geopolitici. Non possiamo permetterci questa timidezza. Il governo condivida decisioni e azioni, vista la loro delicatezza, con il Parlamento. Il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, convochi al più presto un tavolo di crisi sulla politica estera, invitando tutte le forze politiche rappresentate alla Camera e al Senato. Allo stesso tempo il premier e il ministro della Difesa, Lorenzo Guerini, vengano a riferire alle Camere in merito alla presenza dei nostri militari in Iraq alla luce del voto espresso qualche giorno fa dal Parlamento iracheno". Lo afferma in una nota Mariastella Gelmini, capogruppo di Forza Italia alla Camera dei deputati.