Libia, Giorgetti: disposti a collaborare, no a controllo turco

Pol/Gal

Roma, 18 dic. (askanews) - "Siamo disponibili a collaborare. A me fa paura che Russia e Turchia controllino anche la Libia. Per due aspetti. L'approvvigionamento delle fonti energetiche e il fatto che poi se compriamo il gas dalla Russia e dalla Libia li compriamo dallo stesso fornitore e mi sembra una dipendenza che sotto il profilo strategico non sia molto conveniente. E poi l'aspetto immigrazione". Così Giancarlo Giorgetti, deputato e vicesegretario della Lega, già sottosegretario alla presidenza del Consiglio nel Governo Conte su Rai Radio1 all'interno di Radio anch'io condotto da Giorgio Zanchini.

"A questo punto la Turchia avrà una clamorosa tenaglia: da una parte la possibilità di liberare il rubinetto, questo è il termine che usano gli analisti, della rotta balcanica o della rotta sud. Quindi il nostro paese dipenderà dalla volontà di Erdogan", avverte Giorgetti.