Libia, governo Tripoli: raid di Haftar sono "crimini di guerra"

Coa

Roma, 2 dic. (askanews) - Il governo di accordo nazionale, con base a Tripoli, ha condannato oggi gli ultimi bombardamenti compiuti sulla capitale libica dalle forze fedeli al generale Khalifa Haftar, che hanno provocato la morte di almeno 16 persone, tra cui numerosi bambini. "Queste azioni equivalgono a crimini di guerra", ha reso noto il ministero dell'Interno, in un comunicato citato dall'agenzia turca Anadolu.

Il governo di Tripoli, riconosciuto dalle Nazioni Unite, ha chiesto alla comunità internazionale di "assumersi la propria responsabilità, fermando questi atti criminali che colpiscono e terrorizzano i civili". (Segue)