Libia, Grimoldi (Lega): tregua a Mosca certifica fallimento Conte-Di Maio

POl/Gal

Roma, 13 gen. (askanews) - "Felice del fatto che finalmente i contendenti libici Serraj e Haftar siano pronti a siglare una tregua ma il fatto che lo facciano a Mosca e non a Roma è il segno del completo fallimento della politica estera del governo giallorosso, malgrado tutte le millanterie e le conseguenti figuracce di Conte e Di Maio. Il fatto che a Mosca ci saranno anche rappresentanti egiziani e di paesi del Golfo, ma non italiani, la dice lunga sulla portata del nostro fallimento. Intanto Conte è in Turchia, a pochi giorni dalla visita di Di Maio a Istanbul. Usando una metafora calcistica direi che sono entrambi in fuorigioco...". Lo dichiara Paolo Grimoldi, deputato della Lega, componente della Commissione Esteri della Camera e presidente della delegazione italiana all'Osce.