Libia, inviato Onu spera in un consenso a Conferenza Berlino

Mos

Roma, 15 gen. (askanews) - L'emissario Onu per la Libia Ghassan Salamé si augura che ci sia "un minimo di consenso internazionale" alla conferenza di Berlino di domenica prossima, che consenta di dare una svolta verso la pace nel paese nordafricano. L'ha affermato oggi in un'intervista a Radio France Internationale.

"Spero che in questo inizio dell'anno 2020 si rientri in una nuova logica in cui la conferenza di Berlino possa assicurare il minimo di consenso internazionale sulla via da seguire", ha affermato l'inviato delle Nazioni uniti.

Salamé si è augurato che ci sia "un incoraggiamento più o meno sincero, ma comunque un incoraggiamento quanto meno delle potenze esterne implicate in Libia" al fatto che il processo di pace avanzi.