Libia, Lega: governo sostenga nostri investimenti nel Paese

Pol/Vlm

Roma, 21 gen. (askanews) - "Il governo Conte non pare in grado di comprendere che quanto accade in Libia, con la supervisione della Francia, rischia di tagliare fuori il nostro Paese dal futuro del quadrante mediterraneo. L'atteggiamento filo-haftariano di Parigi, oltre a dividere lo schieramento europeo, pone in grande difficoltà tutto il comparto degli idrocarburi italiano, che si trova in Libia e che risente fortemente della devastata situazione del paese africano. Con lo strangolamento dei pozzi libici ordinato da Haftar, gli stabilimenti petroliferi dove opera Eni stanno cominciando a pagare un tributo altissimo. Ci riesce, Conte, a difendere i nostri investimenti?". Così i senatori della Lega in commissione Esteri Tony Iwobi, Manuel Vescovi, Emanuele Pellegrini e Stefano Lucidi.