Libia, Lukyanov da Mosca: Italia e Francia fuori partita per ora -2-

Cgi

Mosca, 13 gen. (askanews) -

L'Italia non viene annoverata in questa prima tappa di operazione diplomatica, e alla domanda sul perchè, il politologo pone la questione dell'influenza dei player che possono davvero fare la differenza.

Oggi a Mosca è attesa la firma di un cessate il fuoco. "L'inizio di un processo che può continuare", ha commentato il noto politologo russo. Lukyanov ha aggiunto che per risolvere il conflitto sono necessari diversi cicli di dialogo e mediazione degli intermediari, facendo un parallelo con il processo di Astana per la pace in Siria, promosso da Russia, Turchia e Iran, che a suo tempo iniziò come processo parallelo alle Nazioni Unite.

Oggi è il giorno per "rendere fattuale" quanto deciso dal presidente russo Vladimir Putin e dal turco Recep Erdogan nel loro recente incontro. Poichè il cessate il fuoco "è una base senza la quale andare avanti è impossibile".