Libia, M5s: con Di Maio Italia centrale per evitare pericolosa guerra

Pol/Gal

Roma, 24 giu. (askanews) - "Sul fronte di Sirte la guerra in Libia arrivata a un bivio. Da una parte il cessate il fuoco e il riavvio del dialogo per una soluzione politica che garantisca l'unit del Paese nel rispetto delle sue diversit. Dall'altra lo scoppio di una pericolosa guerra regionale tra Turchia ed Egitto che rischia di coinvolgere la Nato da una parte e la Russia dall'altra. Per l'Italia ci sono in ballo interessi strategici enormi in termini di sicurezza energetica, pressione migratoria e minaccia terroristica. La missione a Tripoli del ministro degli Esteri Luigi Di Maio riporta il nostro Paese al centro dello sforzo diplomatico internazionale, fortemente sostenuto anche dagli Stati Uniti, per scongiurare il peggio. Una centralit diplomatica che poggia su una centralit concreta del nostro Paese in Libia: dal comando italiano della delicatissima missione Irini per il rispetto dell'embargo sulle armi, all'operazione umanitaria di sminamento avviata a Tripoli dai nostri militari, fino alla cooperazione nel contrasto al traffico di migranti che ci auguriamo possa riprendere con il rinnovo del memorandum nel pieno rispetto dei diritti umani". Lo dichiarano i senatori del Movimento 5 Stelle della Commissione Esteri di Palazzo Madama.