Libia: madre pescatore, 'il governo ha perso tempo, Conte doveva volare prima a Bengasi (2)

·1 minuto per la lettura
Libia: madre pescatore, 'il governo ha perso tempo, Conte doveva volare prima a Bengasi (2)
Libia: madre pescatore, 'il governo ha perso tempo, Conte doveva volare prima a Bengasi (2)

(Trapani) – "Non ci speravamo più", dice ancora Anna Giacalone. "Ci sono stati momenti di sconforto – dice ancora la donna – temevamo il peggio. I primi settanta giorni sono stati i più brutti, ci hanno detto. Credo che il governo nel primo mese ha perso del tempo prezioso, ma l'importante è che adesso sono liberi". "Sarà il mio Natale più bello – dice ancora Anna Giacalone – Il tempo non passa mai, non vedo l'ora che arrivi domenica. Questa attesa è snervante. Sono stati tre mesi infiniti, avevamo tanta paura". E ribadisce: "Conte doveva andare prima a Bengasi – spiega – dovevano andarci di persone, abbiamo temuto molto per loro".

La signora chiamava tutti i giorni la Farnesina. "Ma ci davano sempre la stessa risposta 'stanno bene, mangiano'. Ora invece ci dicono che stavano rinchiusi in celle sotto terra. Io sono sconvolta".