Libia, nuovo comandante per l’operazione Eunavfor Med Irini

·1 minuto per la lettura
featured 1257100
featured 1257100

Milano, 2 apr. (askanews) – Il contrammiraglio della Marina Militare italiana, Stefano Frumento, incursore ed ex comandante della portaeromobili “Garibaldi”, è il nuovo comandante in mare dell’operazione Eunavfor Med Irini che ha il compito di implementare l’embargo delle armi in Libia, in accordo alle risoluzioni del Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite.

L’ufficiale italiano ha sostituito il commodoro Mikropoulos della Marina greca, assumendo l’incarico di Force commander quindi il comando in mare degli assetti aerei e navali disponibili. Contestualmente la nave italiana “San Giorgio” ha sostituito la flagship greca “HS Aegean”.

L’Operation commander di Eunavfor Med Irini, l’ammiraglio della Marina militare italiana, Fabio Agostini ha presenziato all’insediamento del nuovo Force Commander, rivolgendo un saluto e un augurio di buon lavoro all’ufficiale uscente e a quello subentrante.

“Sono orgoglioso – ha detto Agostini – di comandare questa operazione che rappresenta uno dei più rappresentativi strumenti dell’Unione europea per contribuire allo sforzo per il processo di pace in Libia. L’Operazione Irini ha appena concluso il suo primo anno di attività e il Consiglio dell’Unione europea ha esteso il mandato per altri due anni. È una riconferma della volontà di tener fede agli impegni presi nella Conferenza di Berlino sulla Libia e il riconoscimento del nostro efficace e imparziale lavoro nell’applicazione delle risoluzioni del Consiglio di Sicurezza dell’Onu”.

“Bravo Zulu Commodoro Mikropoulos, benvenuto e buon lavoro, Contrammiraglio Frumento”.