Libia, Onu: continuano forniture armi alle fazioni in lotta -4-

Mgi

Roma, 26 gen. (askanews) - La Manul avverte tuttavia che "questa tregua è fragile e minacciata oggi dall'arrivo di combattenti stranieri, armi, munizioni e sistemi d'arma avanzati da parte di diversi Stati membri dell'Onu, molti dei quali partecipanti alla Conferenza di Berlino", di cui non ha tuutavia fatto il nome.

Il bilancio delle vittime dei combattimenti è di oltre duemila morti fra militari e civili, mentre 150mila libici sono stati costretti ad abbandonare le proprie abitazioni.