Libia, Papa: esorto tutti a rilanciare ricerca cessazione violenze

Dmo

Roma, 14 giu. (askanews) - "Cari fratelli e sorelle, seguo con grande apprensione e anche con dolore la drammatica situazione in Libia. stata presente nella mia preghiera in questi ultimi giorni. Per favore esorto gli organismi internazionali e quanti hanno responsabilit politiche e militari a rilanciare con convinzione e risolutezza la ricerca di un cammino verso la cessazione delle violenze, che porti alla pace, alla stabilit e all'unit del Paese. Prego anche per le migliaia di migranti, rifugiati, richiedenti asilo e sfollati interni in Libia", ha detto papa Francesco alla fine dell'Angelus in occasione della Solennit del Corpus Domini, dalla finestra dello studio nel Palazzo Apostolico Vaticano.

"C' crudelt. La situazione sanitaria ha aggravato le loro gi precarie condizioni, rendendoli pi vulnerabili da forme di sfruttamento e violenza. Invito la comunit internazionale a prendere a cuore la loro condizione, individuando percorsi e fornendo mezzi per assicurare ad essi la protezione di cui hanno bisogno, una condizione dignitosa e un futuro di speranza. Di questo tutti abbiamo responsabilit nessuno pu sentirsi dispensato, preghiamo per la Libia tutti".