Libia, progetto Onu per cibo d'emergenza a migliaia di rifugiati -3-

Coa

Roma, 16 giu. (askanews) - Tra coloro che saranno assistiti, in questo progetto, ci sono rifugiati e richiedenti asilo da poco rilasciati dai centri di detenzione, che hanno pochi mezzi per sostenersi. Come anche rifugiati che vivono in centri urbani e che hanno delle serie difficolt ad avere accesso al cibo.

"L'aiuto che forniamo nell'ambito di questo progetto si inserisce in un momento critico e sar una salvezza per alcuni dei rifugiati e richiedenti asilo pi vulnerabili che vivono nelle aree urbane", ha detto Jean-Paul Cavalieri, Capo missione dell'UNHCR in Libia. "La maggior parte di loro contava su lavori giornalieri che sono ora scomparsi, a causa delle restrizioni ai movimenti imposte dal COVID-19. Queste persone vivono alla giornata e a fatica riescono a sfamarsi. Inoltre, mentre le Nazioni Unite continuano a chiedere il rilascio regolare di rifugiati e migranti dalla detenzione arbitraria, importante che tutte le volte che le autorit rilasciano persone da questi centri, noi possiamo aiutarli in contesti urbani".(Segue)