Libia, ritrovati i corpi dei 21 copti uccisi dall'Isis nel 2015

Sim

Tripoli, 7 ott. (askanews) - I resti dei 21 cristiani copti giustiziati in Libia nel 2015 dai jihadisti dello Stato islamico (Isis) sono stati rinvenuti in una fossa comune situata nei pressi della città di Sirte, ex roccaforte degli islamisti nel Paese. Lo ha annunciato oggi l'unità di lotta al crimine organizzato di Misurata che risponde al ministero dell'Interno del governo di accordo nazionale di Tripoli.

I corpi di "20 uomini di nazionalità egiziana e di un uomo di una nazionalità africana non nota sono stati ritrovati grazie alle confessioni dei jihadisti dell'Isis catturati" durante la battaglia per riconquistare Sirte, è stato precisato in un comunicato. (Segue)

Usando Yahoo accetti che Yahoo e i suoi partners utilizzino cookies per fini di personalizzazione e altre finalità