Libia, Sarraj ammette sostegno turco: "Proteggiamo nostro popolo" -2-

Sim

Roma, 31 lug. (askanews) - Nel corso dell'intervista, Sarraj ha dichiarato che "la guerra finirà quando l'aggressore sarà sconfitto" e le sue forze costrette a tornare alle loro postazioni pre-guerra. Quindi ha denunciato l'assenza di "qualsiasi iniziativa per mediare o promuovere l'idea di mettere fine alla guerra", aggiungendo che "ci sono solo dichiarazioni e appelli da diversi leader stranieri, che chiedono la fine delle operazioni militari e il rilancio del processo per una risoluzione politica". Ma, ha rimarcato, "noi non abbiamo attaccato nessuno e l'appello per una cessazione delle ostilità dovrebbe essere rivolto all'aggressore". (Segue)