Libia, Save the children: risposta unificata per 250mila bambini

Dmo/Red

Roma, 17 gen. (askanews) - In occasione della Conferenza di Berlino, l'Organizzazione invita tutte le parti in campo a impegnarsi nella difesa dei minorenni coinvolti ingiustamente in un conflitto, che ne mette a repentaglio la vita, la protezione, lo sviluppo.

"Il conflitto libico richiede una risposta unificata da parte degli attori internazionali, che vada oltre gli interessi di breve periodo dei singoli e che sappia sviluppare un piano complessivo di promozione di pace e stabilità nell'area" dichiara Daniela Fatarella, Direttrice Generale di Save the Children, l'Organizzazione che da oltre 100 anni lotta per salvare i bambini e garantire loro un futuro, in occasione della c.d. Conferenza di Berlino, in programma per domenica 19 gennaio, alla quale sono stati invitati i principali attori coinvolti nella crisi libica.(Segue)