Libia, si candida alle presidenziali il secondogenito di Gheddafi

·1 minuto per la lettura
featured 1539136
featured 1539136

Roma, 14 nov. (askanews) – Saif al-Islam Gheddafi, secondogenito del dittatore della Libia ucciso dieci anni fa, si è ufficialmente candidato alle presidenziali che dovrebbero tenersi il 24 dicembre nel paese nordafricano, come deciso a Parigi venerdì 12 novembre dalla Conferenza sulla Libia. Una patata bollente per la diplomazia internazionale, perché Gheddafi è ricercato dalla Corte Penale Internazionale. Le immagini sono della Commissione Elettorale Libica.

Gheddafi junior è stato detenuto nel carcere di Zintan fino a 5 luglio 2016; una corte libica lo ha condannato alla pena capitale con l’accusa di genocidio. In seguito ha ottenuto una amnistia.

Laureato in architettura, allo scoppio della guerra libica si era schierato con il padre diventando interlocutore della stampa internazionale.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli