Libia, stallo militare e paesi vicini si muovono per fine crisi -3-

Fth

Roma, 12 giu. (askanews) - L'attivismo del Marocco arrivato il giorno dopo che "ben cinque ministri algerini sono sbarcati nella capitale della Mauritania Nauakchott dove sono stati ricevuti dal presidente Ismail Ould Cheikh Sidiya, come riferito dall'agenzia di stampa ufficiale (AMI), senza tuttavia fare cenno alla natura dei colloqui. Ma sono state le autorit algerine a svelare che l'incontro della delegazione con il presidente " servito per parlare del dossier libico". Nello stesso giorno Algeri ha annunciato le sue intenzioni di "svolgere un ruolo come mediatore per risolvere la crisi libica e porre fine al sangue".

Nell'ambito sei suoi sforzi, come scrive il giornale Alyoum24, il capo della diplomazia algerina Sabri Boukadoum, "ha effettuato ieri colloqui telefonici con i suoi omologhi spagnolo, italiano e irlandese in cui il dossier libico era al centro".