Libia, truppe Haftar: "Liberata Sirte"

webinfo@adnkronos.com

Il portavoce dell'autoproclamato Esercito nazionale libico (Lna), Ahmed al-Mismari, ha annunciato la "liberazione" di Sirte dalle "milizie terroristiche". Nel corso di una conferenza stampa, al-Mismari ha spiegato che la battaglia a Sirte, la città che diede i natali al colonnello Muammar Gheddafi, è durata appena "tre ore". Secondo fonti citate dall'emittente 'al-Arabiya', l'Lna ha occupato il terzo quartiere più grande di Sirte e ampie zone nella parte orientale della città. Secondo invece il portale d'informazione 'Libyan Address', ritenuto vicino a Haftar, le forze del generale controllano la maggio parte di Sirte. Secondo il portale, le forze dell'Lna stanno avanzando a Sirte e ora controllano diverse posizioni. Il comandante del 192esimo battaglione di fanteria, il capitano Omar Abessit, ha confermato che gli uomini di Haftar hanno preso il controllo del campo militare di al-Saadi, della base di al-Qardabiyah e del porto. Fonti citate da 'Libyan Address' hanno sostenuto che le milizie alleate del governo di accordo nazionale di Tripoli si sono ritirate dalla città. 

Il governo di accordo nazionale libico ha smentito, però, in una nota "le voci che parlano di successi delle milizie e dei mercenari del criminale di guerra Haftar" a Sirte. "La situazione all'interno della città è completamente sotto controllo - si legge in una nota citata dall'agenzia di stampa turca Anadolu - e gli scontri di ieri sono avvenuti fuori dalla città".