Libia, Unhcr rafforza l'assistenza a rifugiati nelle aree urbane -4-

Sim

Roma, 29 nov. (askanews) - "L'Unhcr auspica che il Gdf possa tornare a svolgere la propria funzione originale di struttura di transito per i rifugiati con le vulnerabilità più gravi, così da poterli evacuare verso luoghi sicuri", ha aggiunto, osservando, allo stesso tempo, come il Gdf sia divenuto, di fatto, un "centro aperto" per migranti e richiedenti asilo urbani presso cui l'Unhcr continuerà a garantire assistenza medica e servizi igienico-sanitari nel prossimo futuro, in base alle risorse disponibili.

Data l'introduzione di un pacchetto di assistenza urbana di portata più ampia, l'Unhcr eliminerà gradualmente il servizio di ristorazione erogato presso il Gdf a partire dall'inizio dell'anno. L'Unhcr continuerà a garantire informazioni e consulenza a quanti hanno fatto ingresso informalmente nel Gdf in merito alle opzioni a loro disposizione e al pacchetto di assistenza urbana. Coloro che presentano profili per cui è necessaria la protezione internazionale stanno ricevendo sostegno per lasciare il Gdf tramite il pacchetto di assistenza urbana, il quale include denaro di emergenza in contanti per i primi due mesi, beni di prima necessità, accesso alle cure primarie e invio a visite specialistiche. Inoltre, ai beneficiari verrà data la possibilità di sostenere colloqui col personale dell'Unhcr per individuare vulnerabilità e soluzioni specifiche. L'Unhcr continua a chiedere risorse supplementari che permetterebbero di fornire un sostegno più sostanzioso e continuo. (Segue)