**Libri: è morto Klaus Wagenbach, l'editore tedesco che amava l'Italia**

·2 minuto per la lettura
default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Berlino, 20 dic. – (Adnkronos) – Il leggendario editore e saggista tedesco Klaus Wagenbach, tra i più vivaci, audaci, intraprendenti e innovativi del secondo Novecento europeo, è morto all'età di 91 anni a Berlino circondato "dall'affetto della sua famiglia e dai suoi libri". Lo ha annunciato oggi la casa editrice che porta il suo nome. Wagenbach è considerato uno dei più significativi rappresentanti della cultura tedesca del secondo dopoguerra, segnata dalla necessità di intervenire nelle discussioni pubbliche dopo la dura esperienza della dittatura nazista. È ritenuto l'editore che vanta più precedenti penali (per aver pubblicato i testi del gruppo terroristico tedesco della Raf) ma anche più premi. L'editore protagonista del rinnovamento dell'editoria europea ideologicamente si definiva "socialista e amico dell'Italia".

Nato l'11 luglio 1930 a Berlino, Wagenbach ha studiato storia dell'arte, germanistica (era autorevole studioso di Franz Kafka) e archeologia nelle università di Francoforte e Monaco di Baviera. Nel 1964 ha fondato la casa editrice Wagenbach, specializzata in testi contemporanei, che ha diretto fino al 2002, quando ha ceduto la guida a sua moglie Susanne Schüssler. La Klaus Wagenbach Verlag era nota per aver fatto conoscere in Germania la letteratura italiana contemporanea, promuovendo autori quali Alberto Moravia, Luigi Malerba e Natalia Ginzburg.

Grande amico di Giangiacomo e Inge Feltrinelli, per i suoi meriti in campo editoriale Wagenbach ha ricevuto in Italia numerosi riconoscimenti: fra gli altri, il Premio Ardinghello, il Premio Nazionale per la Traduzione, l'Astrolabio d'oro, il Premio Enrico Filippini, il titolo di Cavaliere dell'Ordine al merito della Repubblica Italiana, la laurea honoris causa conferitagli dall’Università di Urbino. La sua carriera è stata ricompensata con il Kurt-Wolff-Preis, il Rahel-Varnhagen-von-Ense-Medaille der Stadt Berlin, il Kythera-Preis, il titolo di Cavaliere della Legion d'onore della Repubblica francese, l'Hugo-Ball-Preis, il Deutscher Kritikerpreis

Wagenbach è stimato in tutto il mondo per le sue ricerche sulla biografia di Franz Kafka, di cui era non solo studioso ma anche collezionista. Tra le sue opere pubblicate in Italia: "Franz Kafka. Biografia della giovinezza" (Einaudi, 1972), "Kafka, immagini della sua vita" (Adelphi, 1983), "Due passi per Praga insieme a Kafka" (Feltrinelli, 1997). Per i "Classici" Feltrinelli ha scritto la prefazione a "La metamorfosi" e a tutti i racconti pubblicati in vita di Kafka. Sellerio ha pubblicato l'autobiografia "La libertà dell'editore. Memorie, discorsi, stoccate" (2013).

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli