Libri: 100 anni del Vittoriale degli Italiani, un volume sulla casa di d'Annunzio

·1 minuto per la lettura
default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Roma, 14 apr. – (Adnkronos) – In occasione del centenario del Vittoriale degli Italiani, esce un volume che per la prima volta ripercorre un secolo di storia della casa di Gabriele d'Annunzio: "Cento anni di storia del Vittoriale degli Italiani. L'incantevole sogno" di Valentina Raimondo (Silvana Editoriale), con un saggio introduttivo di Giordano Bruno Guerri, sarà in libreria dal 20 aprile.

E' il 1921 quando d'Annunzio, dopo le imprese di Fiume, sceglie come sua nuova casa, innamorandosene, questa dimora di pace immersa nel verde. Una villa di origini settecentesche posta in località Cargnacco (contrada di Gardone Riviera), affacciata sul Lago di Garda e appartenuta a Henry Thode, illustre studioso d'arte tedesco cui era stata sequestrata dal governo italiano come risarcimento dei danni di guerra, che verrà trasformata dal poeta, insieme all'architetto Giancarlo Maroni, nella sua ultima e grandiosa opera d'arte. "Chiedo a te la ossatura architettonica", scrisse il Vate a Maroni, "ma mi riservo l'addobbo – da tappezziere incomparabile. Desidero di inventare i luoghi dove vivo".

E così inizia la storia di questa casa, divenuta negli anni un punto di riferimento della cultura italiana. Il volume ripercorre integralmente la storia del centenario di questo luogo iconico. Un racconto curato da Valentina Raimondo e sviluppato in due parti: la prima dedicata agli anni in cui la villa e i suoi dintorni sono trasformati dagli interventi del poeta; la seconda con la storia della Fondazione del Vittoriale degli Italiani che ha tutelato nel corso del tempo il complesso monumentale, istituita per volontà dello stesso d’Annunzio nel 1937.