Libri, Domenico Trischitta presenta i suoi ‘La città nera’ e ‘Una raggiante Catania’

·2 minuto per la lettura

Domenica 21 novembre alle 17 Domenico Trischitta presenterà i suoi nuovi romanzi, "La città nera" e "Una raggiante Catania" (Algra editore) presso la Libreria Rinascita di Ascoli Piceno. Il tema delle opere di Trischitta è la perdita di identità e di memoria provocate dallo sventramento di un grande quartiere storico sul finire degli anni Cinquanta e la successiva "deportazione" di 30.000 abitanti in periferia. A discutere con l'autore siciliano sarà il critico Simone Gambacorta. Nel corso della presentazione saranno esposte alcune opere dell'artista abruzzese Pierluigi Abbondanza.

“La Spoon River di Trischitta – scrive Manlio Sgalambro nella prefazione di ‘Una raggiante Catania’ - è il quartiere di San Berillo e il suo destino, ‘strada criminale o schiena spaccata ad allevare figli’. Ma a che pro rinarrare ciò che viene qui narrato? L’ingenuità epica, proprio come tale, sfugge alla finzione letteraria, alle domande sul vero o sul falso. Ti entra nell’anima e te l’accarezza. Ciò ti basti”.

“Leggo Trischitta – afferma nella postfazione dello stesso libro Tommaso Labranca - e riga dopo riga Catania diventa una città-specchio del vulcano che la sovrasta e di cui imita i colori: la osservo passare dal nero della politica al rosso del sangue, dal nero di una città violenta al rosso brillante di una città raggiante. Il romanzo di Trischitta narra proprio della metamorfosi di una città che procede di pari passo con la crescita interiore di un ragazzo. Il ragazzo forse è lui stesso, ma non importa. Anche perché Trischitta entra ed esce dal personaggio, facendolo diventare alternativamente narratore e oggetto della narrazione, con salti dalla prima alla terza persona che sono soggettive che poi si aprono in ariose panoramiche”.

Domenico Trischitta (Catania 1960) è scrittore e drammaturgo. Ha pubblicato romanzi (Una raggiante Catania, Premio Martoglio 2009, Glam city, 2014) e raccolte di racconti (1999, 2013, e Le lunghe notti, 2016). I lavori teatrali Sabbie mobili e Bellini a Puteaux sono stati trasmessi da Rai international e Cult.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli