Libri, esce “La Forza dello Spirito” di Chiara Amirante

featured 1664603
featured 1664603

Roma, 28 ott. (askanews) – Lo spirito, come il corpo o la mente, è un elemento fondamentale di ciascuno di noi: è la nostra parte spirituale a renderci unici rispetto a ogni altra creatura sulla Terra. Eppure, se è vero che nutriamo il nostro fisico e ci sforziamo di prenderci cura della nostra psiche, quante volte ci mettiamo davvero in ascolto dei bisogni dello spirito? Questa mancanza di attenzione, soprattutto in questo tempo difficile in cui l’ansia, la paura, l’angoscia rischiano di imprigionare la nostra anima, è spesso la causa di un malessere profondo, un senso di vuoto al quale fatichiamo a dare una spiegazione. Ecco, quindi, che si fa più forte e condivisa la necessità di un percorso che possa placare l’inquietudine.

Sono le sfide che affronta “La Forza dello Spirito”, edito da Piemme e già in libreria, scritto dalla fondatrice di Nuovi Orizzonti Chiara Amirante. Un prezioso manuale pratico per diventare persone pienamente felici e far risplendere in tutta la sua bellezza quella scintilla divina presente in noi. Riuscirci non è facile, perché la vita ci infligge ferite profonde. Ma è proprio potenziando lo spirito che possiamo trovare la chiave per la guarigione delle nostre fragilità, come conferma la stessa autrice intervenuta a “Che Tempo che fa”, ospite di Fabio Fazio insieme a Don Davide Banzato.

“Viviamo tempi drammatici, dobbiamo fare i conti con paure ancestrali. Viviamo tempi di guerra con l’incubo del conflitto nucleare, della fame mondiale, della pandemia quando ci sentivamo sicuri delle notre grandi scoperte scientifiche. Cresce il malessere, le dipendenze, affrontiamo la consapevoli di star avvelenando laq nostra casa comune. Sono tutte sfide, come quella economica, che ci interpellano e per le quali dobbiamo chiederci quale sia il nostro ruolo, il nostro contributo per la grande famiglia dell’umanità. Costruire la pace significa costruirla in noi, affrontare la tempesta remando insieme. Vedendo nelle diversità un punto di forza non di scontro”.