Libri: esce Terza Guerra Mondiale di Ciarrocca, 'su nostre teste 13mila missili atomici'

(Adnkronos) - ''Sulle nostre teste, quasi 13.000 missili atomici sono pronti al lancio per una precisa decisione strategico-militare. La metà di essi è attivabile in pochi minuti, anche per un errore umano o dell’intelligenza artificiale''. E' una delle premesse su cui si basa il bel libro 'Terza guerra mondiale', scritto dal giornalista e scrittore Luca Ciarrocca, edito da Chiarelettere. Il libro-inchiesta racconta appunto dove e perché potrebbe scoppiare un conflitto nucleare attraverso fonti di intelligence e documenti top secret e perché l'Italia è un bersaglio.

L'autore spiega che ''il volume era già completo prima del 24 febbraio 2022, quando l’invasione dell’Ucraina decisa da Vladimir Putin ha cambiato gli scenari della geopolitica globale. E le mie ipotesi si sono avvicinate paurosamente alla realtà, diventando quasi cronaca quotidiana''.

Ciarrocca rivela che ''decine di bombe atomiche degli Stati Uniti sono custodite in Italia nelle basi aeree di Ghedi e Aviano, in Lombardia e in Friuli-Venezia Giulia''. ''Trovavo inaccettabile e scandalosa la generale ignoranza di tale fatto e desideravo porvi rimedio raccontando come stanno le cose'', spiega Ciarrocca.

''Nella guerra in Europa, sia la Russia sia la Nato potrebbero usare 'armi nucleari tattiche' - si legge nel libro - Un conflitto atomico 'locale può diventare globale in un attimo. Se succedesse, decine di milioni di persone morirebbero; Russia e Cina (potenze nucleari con diritto di veto nel Consiglio di sicurezza dell’Onu) vanno verso un’alleanza strategica basata su una 'solida amicizia' che i rispettivi leader Vladimir Putin e Xi Jinping vedono come un’affermazione di autonomia geopolitica, culturale e militare in contrapposizione all’Occidente e agli Stati Uniti. Sarà il vero cambio di paradigma di questo decennio, il fattore geostrategico determinante''.

Nel libro l'autore sostiene inoltre che ''l’attacco di Putin all’Ucraina è diventato anche un test, la prova generale di una vera e propria guerra per procura tra Stati Uniti e Federazione Russa, con Kiev come prima pedina sulla scacchiera''.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli