Libri, Fabio Salvadori: 390.000 aziende chiuse in Italia nel 2020

·3 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Roma, 5 lug. (askanews) - L'Italia si sa è il paese più creativo del mondo, e l'Italiano è il popolo degli imprenditori ispirati dalla voglia di arrivare e di portare alla fama e al successo il proprio progetto innovativo. Ogni anno nascono ottime idee che però fanno fatica a concretizzarsi per infiniti motivi, poca convinzione o motivazione, troppa burocrazia e soprattutto, pochissimi soldi da investire. E le nuove aziende nel 95% dei casi non arrivano ai primi 5 anni di vita.

Nonostante i numeri poco incoraggianti, per quelle persone che hanno sempre avuto il sogno di avviare una propria attività imprenditoriale, esce oggi il libro di Fabio Salvadori "Un Divano Spaziale. La Rivoluzione Ecosostenibile Del Mobile Imbottito Parla Italiano" (Bruno Editore). Al suo interno, l'autore racconta se stesso e la sua esperienza di crescita professionale dando ai lettori suggerimenti utili e concreti per trovare la forza e la determinazione di affrontare tutte le insidie che questo emozionante viaggio comporta.

"A 50 anni ho voluto mettere nero su bianco le mie battaglie quotidiane per trasformare un sogno in realtà. Un'idea in una progettualità concreta che soddisfa il mio modo di fare l'imprenditore, rivolgendo sempre lo sguardo al futuro in termini di innovazione e creatività" afferma l'autore Fabio Salvadori. "All'interno del mio manuale spiego come, da un problema di mercato nel settore degli imbottiti, ho creato una soluzione efficiente ed ecologica, frutto di un lavoro di squadra ben ingranato. A dimostrazione del fatto che dietro ogni problema si nasconde sempre un'opportunità".

Secondo l'autore, raccontare la propria avventura professionale e condividere le proprie esperienze con nuovi aspiranti imprenditori è il modo migliore per infondere fiducia verso le nuove generazioni. Ogni imprenditore di lungo corso sa bene che le difficoltà fanno parte del cammino che porta verso il successo. Pertanto, condividere il proprio percorso con giovani talenti che hanno voglia di darsi da fare e di lasciare un segno positivo della propria capacità, è un dovere nei loro confronti.

"L'autore con il suo libro ha voluto raccontare il proprio trascorso professionale con il chiaro intento di essere di ispirazione nei confronti di tutti coloro che hanno sempre desiderato diventare imprenditori ma che non hanno mai trovato il coraggio di fare il primo passo" incalza Giacomo Bruno, editore del libro. "In un momento delicato come quello attuale, abbiamo bisogno di imprenditori illuminati e di esperienza come Fabio Salvadori. Gli stessi che hanno fatto grande il nostro Paese".

"Ho avuto modo di conoscere Giacomo Bruno durante un corso di formazione. Ne sono rimasto subito piacevolmente colpito" conclude l'autore. "Grazie alla Bruno Editore ho capito che le mie esperienze professionali possono essere condivise non solo come una leva per futuri imprenditori, ma anche per testimoniare che i fallimenti fanno parte della vita di un imprenditore. Non c'è successo permanente senza fallimento".

Il libro è disponibile su Amazon a questo indirizzo: https://amzn.to/2Tx9YhT

Fabio Salvadori, 51 enne pisano, imprenditore, dopo la laurea di ingegneria nucleare si dedica al mondo delle imprese, prima come consulente di direzione e organizzazione, successivamente partecipando attivamente alla gestione di un'impresa familiare. Appassionato di innovazione e di crescita personale, continua a formarsi nella gestione d'impresa e negli anni 2008-2010 inventa e brevetta un materiale innovativo per la produzione di mobili, il Polimex. Nel 2012 fonda Superevo di cui è Amministratore, che vanta collaborazioni con alcune tra le più importanti aziende italiane ed estere del mobile di design. Nel 2021 fonda Superevo Ally con l'obiettivo di rivoluzionare il settore del delivery.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli