Libri: 'Icaro e il volo su Roma', da Giovanni Grasso storia di amore per la libertà/Adnkronos (2)

·1 minuto per la lettura
default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

(Adnkronos) – Lauro De Bosis è il settimo e ultimo figlio di una famiglia dell'alta borghesia romana, il cui salotto è frequentato da Giovanni Pascoli, Giosuè Carducci, Gabriele D'Annunzio ed Eleonora Duse. Nutrito in questo clima culturale, si rivela ben presto un poeta e un fine intellettuale. Studioso dei classici, traduce l'Edipo re e l'Antigone di Sofocle, il Prometeo incatenato di Eschilo, fino ad arrivare al suo maggior lavoro letterario, 'Icaro', un dramma in versi premiato alle Olimpiadi di Amsterdam del 1928, presagio di quell'impresa che lo consegnerà alla storia.

Ma negli anni in cui in Italia l'onda del regime fascista si fa sempre più travolgente, Lauro non riesce a sottrarsi all'impegno civile e politico e dà vita così all'Alleanza per la libertà insieme a Mario Vinciguerra, Umberto Zanotti Bianco, Renzo Rendi, per spronare la Monarchia, il Vaticano e l'Esercito a fermare Benito Mussolini.

Sono semi gettati che daranno i loro frutti all'indomani del 25 luglio, rievoca l'ambasciatore Alessandro Cortese de Bosis, nipote di Lauro, presente alla presentazione del libro di Grasso all'Auditorium di Roma, esortando a non sottovalutare la tentazione che altri potrebbero avere di piantare invece germi nefasti, magari pensando il prossimo anno a sciagurate celebrazioni dei cent'anni della marcia su Roma.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli