Libri: 'La famiglia divorata', 4mila ragazzi morti l'anno per disturbi cibo, dramma Covid

·1 minuto per la lettura
default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Milano, 2 ott. (Adnkronos) – I disturbi alimentari rappresentano la seconda causa di morte tra gli adolescenti e la pandemia ha fatto crescere i numeri di un disagio che coinvolge sempre più famiglie. Anoressia, bulimia, binge-eating sono i nomi di un malessere che non ha a che fare solo con il corpo, come si racconta nel libro 'La famiglia divorata. Vivere accanto al disturbo alimentare' scritto dalla giornalista Agnese Buonomo ed edito da Mursia. Dodici storie scritte con levità, ma capaci di pesare a lungo sull’anima.

Alice, Enea, Sofia, Lorenzo sono solo alcuni dei ragazzi che lottano o che non ce l’hanno fatta contro una malattia che colpisce il corpo ma paralizza la mente. A raccontare le loro storie sono i genitori o i fratelli costretti a fare i conti con un disturbo che toglie peso ma aggiunge dolore e lo rende spesso a tal punto che quasi – tra le pagine – si ha la sensazione di toccarlo. Sofferenza e speranza si intrecciano in una narrazione semplice ma efficace, in un linguaggio comprensibile ai ragazzi e che non fa sconti: non ci sono solo storie a lieto fine perché di anoressia, bulimia e disturbo da alimentazione incontrollata si muore, come spiega nella prefazione Stefano Tavilla, presidente dell’associazione 'Mi nutro di vita'.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli