**Libri: Premio Gregor von Rezzori, vince Maaza Mengiste con romanzo su guerra etiope**

·1 minuto per la lettura
default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Firenze, 5 giu. – (Adnkronos) – La scrittrice statunitense di origine etiope Maaza Mengiste con il romanzo "Il Re Ombra" (Einaudi, traduzione di Anna Nadotti) è la vincitrice della XV edizione del Premio Gregor von Rezzori – Città di Firenze. Lo ha deciso la giuria presieduta da Ernesto Ferrero e composta da Beatrice Monti della Corte, Andrea Bajani, Alberto Manguel, Maylis de Kerangal e Edmund White. L'annuncio è stato oggi pomeriggio, sabato 5 giugno, durante una cerimonia in streaming da Beatrice Monti della Corte, vedova dello scrittore Gregor von Rezzori (1914-1998).

Il Premio per la migliore traduzione in italiano è stato assegnato dalla giuria composta da Beatrice Monti della Corte, Andrea Landolfi, Paola Del Zoppo a Nicola Crocetti per la traduzione di "Odissea" di Nikos Kazantzakis (Crocetti Editore – Feltrinelli). Per l'occasione l'attore Fabrizio Gifuni ne ha letto alcuni brani.

Nata ad Addis Abeba 47 anni fa e residente a New York, Maaza Mengiste, si legge nella motivazione del riconoscimento, "ha scelto di scavare nella storia della guerra etiope, e nel farlo ha dissotterrato una miniera di fatti non ancora conosciuti, storie e persone straordinarie". "Il Re Ombra" è il suo secondo romanzo sul soggetto: affronta la questione dell'identità intrecciata con la storia di due uomini e due donne. Per la giuria, "la straordinaria abilità di Maaza Mengiste sta nell'intrecciare queste storie e queste immagini costruendo un palinsesto narrativo che non pretende mai di raccontare una versione completa e definitiva della storia".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli