Libri: vita e lavoro con la formula 'magica' di Lakhiani ne 'Il Buddha e lo sfrontato'

webinfo@adnkronos.com
·4 minuto per la lettura

Vita e lavoro hanno bisogno di noi, di noi che stiamo bene, che esprimiamo gioia, forza, lucidità, capacità di rispettare le regole ma anche di sterzare all'improvviso. C'è una formula magica per tutto questo e la offre ai lettori de 'Il Buddha e lo sfrontato' un imprenditore non ordinario, Vishen Lakhiani, che ha voluto caparbiamente unire il mondo del business alla spiritualità, testimoniandone la valenza con i propri successi. "Il Buddha è il maestro spirituale che possiede consapevolezza e allineamento ai propri valori. Lo sfrontato è colui che sfida e sovverte costantemente lo status quo. Entrambi sono già dentro di voi. Una volta risvegliati trasformeranno completamente il vostro lavoro e la vostra vita", scrive Vishen Lakhiani nel libro edito da Roi Edizioni.

Nato nel 1976 a Kuala Lampur, in Malesia, dove è cresciuto, Lakhiani, ingegnere informatico, ha già all'attivo tre società: la Dealmates (un sito di eCommerce), Blinklist (un servizio di social bookmarking) e, nel 2003, mentre si trovava a New York, la Mindvalley, una società di tecnologia educativa, per condividere con il mondo i fondamentali benefici della meditazione e delle pratiche di consapevolezza. "Ai tempi di oggi le persone passano quasi tutta la giornata in ufficio e molte di esse - dice Lakhiani - sono infelici e frustrate per la maggior parte di quel tempo".

Questo perché l’individuo, "ancora prima di essere un manager, un dipendente o un lavoratore qualunque, è un essere umano dotato di un’anima che quasi sempre dimentica di portare a lavoro. In suo soccorso possono arrivare due archetipi, due facce della stessa medaglia, diversi ma complementari: il saggio, illuminato e prudente, e l’innovatore che sovverte le regole", sottolinea l'autore convinto che "questi due modelli sono entrambi dentro di noi e, risvegliandoli e impadronendoci delle abilità caratteristiche di entrambi, saremo in grado di vivere la vita e il lavoro in maniera completamente diversa. Percepiremo le cose a un livello differente e ci sembrerà più facile raggiungere i nostri obiettivi". Come?

Ne 'Il Buddha e lo sfrontato' Lakhiani - autore di successo tradotto in oltre 20 lingue, che ha al suo seguito più di 2.000.000 di studenti su MindValley di cui è fondatore, numero 1 delle classifiche New York Times, Wall Street Journal e Usa Today – codifica le semplici regole che gli hanno permesso di creare da zero un impero multimilionario. Con uno stile schietto e sincero, carico di voglia di condividere tanto di sé al punto da permettere ad altri di riuscire a fare quanto lui stesso ha fatto partendo dal retrobottega di un deposito in un ghetto di Kuala Lumpur, Lakhiani non ha scritto un libro tradizionale sull’imprenditorialità e sul lavoro considerati da un punto di vista materiale, ma un libro che approfondisce realmente come lavoriamo oggi, sia che stiamo lanciando una startup , sa che ci troviamo al timone di una grande organizzazione".

Il punto è il come, dunque. Ed è proprio analizzando il 'come' che Lakhiani tira le sue conclusioni: "semplicemente lavoriamo nel modo sbagliato, accontentandoci di gioire temporaneamente dei profitti ma senza nutrire davvero la nostra anima. Quando il lavoro è in sintonia con ciò che amiamo smette di essere un lavoro, per questo Lakhiani quando usa la parola 'imprenditore' non intende il dirigente di un’azienda ma colui che sceglie di fare la differenza nel mondo lavorando al meglio". Per farlo bisogna unire due meravigliose condizioni dell’essere umano: il Buddha e lo Sfrontato. E torniamo così a bomba. Il Buddha è la persona che vive nel mondo, ma si muove con agio, grazia e armonia che nascono da una consapevolezza e da un allineamento interiori; è saggio, prudente, riflessivo, non commette sciocchezze, segue le regole.

Lo Sfrontato, invece, è l’archetipo dell’innovatore. È la persona che crea un cambiamento attraverso la propria leadership. S’impegna per dare vita a nuove strutture concrete, crea disordine in maniera positiva, sfida le norme affinché la specie umana possa migliorare. Non a caso Lakhiani lungo i capitoli del libro traccia un percorso fatto di consigli, riflessioni e pratiche per realizzarsi sfruttando la propria ricchezza interiore grazie alle qualità di ognuna delle due parti, Buddha e Sfrontato. Spinge ad essere visionari, magnetici per attrarre a sé tutto ciò che c’è di buono e funzionale ai nostri obiettivi, ed elenca i 4 elementi che trasformano il lavoro e amplificano i risultati coniugando saggezza e cambiamento. Quali? Beh...a questo punto bisogna leggere il libro.

(di Veronica Marino)