Licenziato il ministro della cultura ceco, sostituto a metà agosto

Cgi

Roma, 29 lug. (askanews) - Il presidente ceco Milos Zeman ha licenziato il ministro della cultura Antonin Stanek, ma senza nominare un successore, prolungando una crisi che ha peggiorato la vita politica nella Repubblica ceca da metà maggio.

Il capo dello Stato deciderà il nome del successore di Antonin Stanek a metà agosto, con grande sgomento del partito socialdemocratico CSSD che evoca la possibilità di ritirarsi dalla coalizione al potere se il suo vicepresidente Michal Smarda non viene nominato in sostituzione di Stanek.