Liliana De Curtis è morta: addio alla figlia del grandissimo Totò

Liliana De Curtis morta
Liliana De Curtis morta

Liliana De Curtis, figlia dell’indimenticabile Totò e Diana Rogliani, è morta all’età di 89 anni. Scrittrice e attrice, la donna è deceduta nella sua casa di Roma, circondata dai suoi affetti più cari.

Liliana De Curtis è morta

Figlia di Totò e della prima moglie Diana Rogliani, Liliana De Curtis è morta a 89 anni, nella sua casa di Roma il 3 giugno 2022. All’anagrafe Liliana Focas Flavio Angelo Ducas Comneno De Curtis di Bisanzio Gagliardi, era nata il 10 maggio 1933. Al momento, non si conoscono le cause che hanno portato al suo decesso. Con due matrimoni alle spalle, uno con Gianni Buffardi e l’altro con Sergio Articoli, Liliana lascia due figli, Antonello ed Elena. Il primo è nato dalle prime nozze, mentre la seconda dalle successive. Aveva anche un’altra figlia di primo letto, Diana, morta nel 2011 dopo una lunga malattia.

Perché Liliana De Curtis si chiamava così

Totò aveva scelto di chiamare così Liliana in ricordo di una donna che aveva amato molto. Prima di incontrare Diana Rogliani, l’attore aveva avuto una relazione con Liliana Castagnola, che si suicidò proprio per amore dell’attore. Questa scomparsa, improvvisa e atroce, segnò molto la vita di Totò.

Liliana morta prima di vedere il Museo dedicato al padre

Attrice e scrittrice molto apprezzata, Liliana De Curtis è apparsa in diverse pellicole del padre: da San Giovanni decollato (1940) a Orient Express (1954). Dopo la morte di Totò, avvenuta a Roma il 15 aprile del 1967, la donna ha fatto diversi lavori per onorare la memoria del genitore. Dai libri come Malafemmena e Ogni limite ha una pazienza al documentario Io lo conoscevo bene: Liliana ha fatto di tutto per tenere in vita Totò, ma è morta prima di vedere dal vivo il Museo di Napoli a lui dedicato.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli