Linciaggio reato d'odio: ok Camera Usa dopo 120 anni di fallimenti

A24/Pca

New York, 27 feb. (askanews) - La Camera statunitense ha approvato quasi all'unanimità un provvedimento che renderà il linciaggio un reato di odio a livello federale, a oltre cento anni dall'introduzione della prima proposta di questo tipo al Congresso. L'Emmett Till Antilynching Act è stato approvato con un voto di 410-4; il deputato Bobby Rush, firmatario della proposta, ha detto che il provvedimento "manderà il forte messaggio che la violenza, la violenza basata sulla razza in particolare, non ha posto nella società americana". "Non possiamo negare che il razzismo, l'intolleranza e l'odio ancora esistano in America" ha commentato la speaker della Camera, Nancy Pelosi, ricordando, tra gli altri, la manifestazione dei suprematisti bianchi a Charlottesville, nel 2017, conclusasi con la morte di una donna che manifestava contro il razzismo. (segue)