Linciato a 5 anni per aver commesso un orrendo atto contro un gattino

Getta gattina dal balcone, bimbo di 5 anni insultato sui social

Avevano chiamato Miracle la propria gattina di tre mesi ma il ‘miracolo’ non si è materializzato: il suo padroncino, un bimbo di 5 anni, l’ha gettata giù dal balcone di casa, uccidendola. Adesso tanto lui come la famiglia sono al centro di un linciaggio mediatico che ha preso piede su Facebook , sebbene l’Associazione ‘Sfigatte’ – che per prima ne ha diffuso la notizia per sensibilizzare le persone intorno al maltrattamento degli animali – si sia dissociata da tale impetuosa pioggia di d’insulti mantenendo comunque le distanze da un gesto simile: “Ci dissociamo dai commenti che sono stati fatti, il bambino è la prima vittima di questa storia e averla raccontata è stato un gesto di denuncia e non di sciacallaggio mediatico nei confronti di una persona. Noi non siamo dispensatrici d’odio”. Alcuni giorni fa era toccato ad un cucciolo di cane essere gettato da un finestrino a Taranto.

Bimbo getta gattina dal balcone

Il caso ha voluto che una volontaria delle ‘Sfigatte’ si trovasse a due passi dal luogo della tragedia, il quartiere Borgo Vittoria, a Torino, ed ha potuto fornire una testimonianza affidabile e diretta dell’accaduto. “La micina è stata lanciata da un balcone, non è semplicemente caduta” – si legge nel post di denuncia delle volontarie, che puntano il dito – “Il bambino di 5 anni, lasciato senza il minimo controllo da parte dei genitori che si trovavano in casa, si è affacciato al balcone, ha preso la micia e l’ha scaraventata giù“. La gattina, rimasta per alcuni minuti agonizzante sul selciato, è stata portata di corsa in clinica veterinaria dalla volontaria ma per lei non c’era più niente da fare, e muore di lì a poco.

Il post ha un valore simbolico che va al di là del triste episodio. “Diversa gente affacciata ai balconi, nessuno che sia sceso a controllare se era ancora viva, nessuno! Neanche il padre del bimbo che era a casa con lui e che a suo dire ha perso di vista il bimbo per qualche minuto“. “Questa indifferenza di tutti e mancanza di compassione per questo esserino terrorizzato e agonizzante la troviamo sconvolgente!” concludono amaramente le animaliste.

L’anno scorso un altro gatto era stato lanciato da uno studente dal secondo piano di un Istituto a Viareggio.