Linee aeree evitano di volare sull'Iran -2-

Mos

Roma, 8 gen. (askanews) - In tale contesto di tensione, poche ore dopo, un aereo ucraino è precipitato in Iran, uccidendo 177 persone. L'Ambasciata ucraina a Teheran ha parlato - a pochissime ore dai fatti - di un incidente dovuto a un problema del motore, non a un'azione terroristica.

La Federal Aviation Administration statunitense ha, ovviamente, emesso un avviso per gli aerei commerciali, vietando loro di "operare nello spazio aereo di Iraq, Iran e sulle acque del Golfo persico e del Golfo dell'Oman". Questo avviso ha un impatto relativo sul traffico aereo, perché le principali compagnie aeree Usa non operano sull'Iran. Solo la United ha dovuto cambiare la rotta di di un suo volo.

La Singapore Airlines, dal canto suo, ha comunicato oggi che i suoi voli da e per l'Europa non passeranno più per lo spazio aereo iraniano. Altrettanto ha fatto una portavoce di EVA Air, il vettore di Taiwan.