Lino Banfi: "Ho chiesto a Papa Francesco di morire con mia moglie"

ROME, ITALY - MAY 04: Lino Banfi attends the photocall of the movie
ROME, ITALY - MAY 04: Lino Banfi attends the photocall of the movie "Vecchie Canaglie" on May 04, 2022 in Rome, Italy. (Photo by Franco Origlia/Getty Images)

Una commovente lettera di Lino Banfi pubblicata da "Intimità" testimonia il legame profondo che lega l'attore pugliese alla moglie Lucia Lagastra, da anni affetta da Alzheimer. Nella missiva alla moglie, "Nonno Libero" si sofferma sul momento in cui dovrà staccarsi della sua compagna di vita, che lo ha accompagnato per oltre 60 anni.

"Ho scritto a Papa Francesco" - si legge nella lettera - "Ho chiesto al Santo Padre quello che mi hai chiesto di chiedere. Gli ho raccontato il tuo desiderio, quello di andarcene insieme, nello stesso momento, tenendoci per mano come abbiamo fatto sempre nella nostra vita".

GUARDA ANCHE: Lino Banfi: "Come si usa la mascherina"

Una preghiera tenera e straziante al tempo stesso, quella fatta dall'attore ottantacinquenne al Pontefice. "Il Papa mi ha detto che non ha il potere di farci andare, - ha continuato Banfi - anche se io e te non potremmo vivere senza l'altro, lui pregherà per noi".

Il protagonista di tante commedie all'italiana e dalla fortunata serie tv "Un medico in famiglia" conobbe Lucia Lagastra a Canosa di Puglia quando entrambi erano giovanissimi. Il matrimonio nel 1962, poi una vita insieme condividendo gioie e dolori. Poi la diagnosi di Alzheimer per la donna. Ma l'amore fra i due non si è mai spento, anzi ha preso una nuova forma, con il comico che si è preso amorevolmente cura della sua metà. Fino a questo ultimo desiderio espresso dal Lino nazionale, che non può immaginare una vita senza la sua Lucia.

LEGGI ANCHE: Alvaro Vitali sulla sua carriera: "Ad un certo punto il telefono smise di squillare"

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli