Lino Banfi: "No a battute su Brunetta nano, per me è un grande"

(Adnkronos) - "Inammissibile!". Lino Banfi, intervistato dalla AdnKronos, ritiene "inaccettabili" gli epiteti usati dagli ex compagni di partito di Renato Brunetta, uscito da Forza Italia dopo la mancata fiducia al governo Draghi, basati sulla sua statura, con riferimenti diretti come 'tappo' e 'nano'.

"E' davvero inammissibile giocare su simili elementi - protesta Lino Banfi, anche lui non annoverabile fra le personalità di alta statura fisica - A me Franco Franchi e Ciccio Ingrassia davano del 'capoccione' per via della mia testa grossa ma lo facevano in modo simpatico e divertente e io stesso ci giocavo sopra; ma questo di Brunetta è un caso ben diverso", osserva l'attore.

Lino Banfi giudica Renato Brunetta "un grande intellettuale, intelligente, colto e anche brillante, che ha dato un ottimo contributo da ministro, anche nell'ultimo governo guidato da Mario Draghi".

(di Enzo Bonaiuto)

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli