Lino Banfi-Oronzo Canà: "Meglio una direttiva su Azzurri in ginocchio"

·1 minuto per la lettura

"Metà azzurri in ginocchio e metà in piedi non va bene: servirebbe una sorta di direttiva che inviti tutti i nostri calciatori della Nazionale a compiere in campo a inizio partita il gesto di solidarietà contro il razzismo". E' l'opinione che esprime all'AdnKronos Lino Banfi che per l'occasione torna a vestire i panni di Oronzo Canà, il celebre 'allenatore nel pallone' del film cult per i tifosi, nonché il promotore del grido propiziatorio e scaramantico del 'porca puttena' a ogni gol degli azzurri.

"Va bene il libero arbitrio, ma non sempre e non in ogni occasione una persona può fare quello che vuole, scegliere e decidere soltanto per sé - spiega Banfi - In questo caso, non è il singolo calciatore che si inginocchia ma è la nostra Nazionale a compiere quello che, per me, è un bel gesto simbolico. Ci si ragioni tutti insieme e poi si decida collettivamente se inginocchiarsi o no: io lo farei, già dalla prossima partita".

E a proposito della sfida agli ottavi dell'Italia contro l'Austria, Banfi-Canà si dice "ottimista, soprattutto se torneranno a gridare il 'porca puttena' che ci sta portando molto bene. Mi hanno promesso che torneranno a farlo, speriamo fino alla finale, magari all'Olimpico di Roma per alzare la Coppa d'Europa: andrei anche io a festeggiare con loro, nel giorno del mio compleanno...".

(di Enzo Bonaiuto)

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli