L'Inps ha venduto altri 113 appartamenti ai propri inquilini di Roma

·1 minuto per la lettura

AGI - L'Inps ha concluso la vendita in blocco di altri 113 appartamenti a Roma, nel quartiere Tuscolano, per un incasso complessivo di 6.097.808,23 euro, immobili acquistati dagli inquilini che hanno esercitato il diritto di prelazione, usufruendo delle agevolazioni di legge.

La vendita, nel rispetto delle norme e delle direttive sulla gestione del patrimonio residenziale pubblico, è avvenuta a seguito della preliminare stima di mercato degli immobili del complesso del Quadraro, eseguita dall'Agenzia delle Entrate e di una proposta ai conduttori aventi diritto, in base alle condizioni previste sul prezzo della prima casa dalla normativa di settore.

L'operazione - spiega l'Inps - ha riguardato immobili situati nel quadrante sud est della Capitale, in una zona da tempo scenario di abusi ed occupazioni illegali. Con la vendita ai conduttori aventi diritto, l'Istituto intende affermare il principio di legalità e rispondere alle legittime aspettative degli inquilini regolari.

Anche questa cessione immobiliare, al pari di quelle realizzate nei primi nove mesi di quest'anno (828 immobili venduti), ha rivestito particolare importanza nell'attuale contesto di grave emergenza abitativa delle aree ad alta densità abitativa.

Come per le altre vendite, l'importo frutto della cessione andrà in parte ad alimentare i futuri investimenti per ottimizzare la gestione immobiliare e funzionale degli uffici INPS nel Paese. L'operazione si aggiunge alle attività di cessioni immobiliari programmate dalla Direzione centrale Patrimonio e Investimenti per il triennio 2021 - 2023 nell'ambito del piano promosso dall'attuale presidenza dell'Istituto e che include, grazie ad una recente modifica normativa, anche la possibilita' di vendite dirette agli enti locali, secondo specifiche condizioni e finalità sociali. 

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli