L'intelligenza artificiale che previene gli incidenti stradali

Agf

AGI - Sapere con tre ore di anticipo dove è più probabile che si verifichino degli incidenti stradali e avvicinare i giovani nei luoghi d'incontro per promuovere comportamenti virtuosi quando guidano: sono le priorità del progetto ‘No alcol, no drugs, no crash', che coinvolge tre comuni della provincia di Ancona: oltre alla città capoluogo anche Falconara Marittima e Senigallia.

Il progetto si basa sull'utilizzo dell'intelligenza artificiale ‘X-Patrol': grazie a dati demografici, socio-economici e territoriali, insieme a quelli relativi alla incidentalità, il sistema elabora un quadro di previsione, con luogo e ora, allertando le pattuglie nelle zone dove è più probabile che possano verificarsi incidenti stradali legati ad alcol o droga. Di conseguenza si potranno effettuare servizi mirati di controllo riducendo il rischio di sinistri con feriti o addirittura mortali.

Il progetto della durata di un anno interessa la fascia costiera a Nord della provincia di Ancona, compresa tra Ancona, Falconara Marittima e Senigallia. Proprio lungo questa direttrice si verificano incidenti stradali connessi all'uso di determinate sostanze alcoliche o stupefacenti, come testimoniano i dati delle polizie locali e delle forze dell'ordine. Incidenti stradali che si registrano ovviamente soprattutto d'estate e soprattutto nelle località della movida serale e notturna, oggetto anche di migrazione da una città all'altra.

Il progetto individua anche alcuni dei comportamenti più frequentemente adottati dai giovani, come il binge-drinking (l'abbuffata di bevute), che concentra in poco tempo l'assunzione di smodate quantità di alcolici con il rischio di sinistri con conseguenti lesioni o esiti mortali, proprio perché ci si mette alla guida in condizioni psicofisiche non idonee. Da qui nasce l'esigenza di promuovere buone pratiche che aumentino la consapevolezza, soprattutto nei giovani.

Tra gli strumenti è prevista anche un'app per migliorare la consapevolezza dello stato psicofisico del conducente: basta inserire, in modo rigorosamente anonimo, valori quali sesso, età, peso, quantità di alcol che si è bevuto: sulla base delle tabelle del ministero della Salute relativamente alla stima per il superamento del tasso alcolemico legale per la guida, l'app attiverà un ‘alert' che consiglia al soggetto se mettersi alla guida o meno.

Nel progetto sono previsti anche mezzi di prevenzione più tradizionali: il primo è a carattere repressivo, attraverso l'intensificazione dei controlli da parte delle polizie locali con il potenziamento dei servizi e della strumentazione a disposizione; l'altro legato alla prevenzione e alla cultura della sobrietà.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli